Studi urbani Alzano Lombardo

Layout1

 

Studi Urbani

Alzano Lombardo (Bg), Italia

2015

progetto: OKAM Studio (M. Bonetti, L. Cerinza Pettreca, E. M. Munaretto, C. Rossi)

cliente: Comune di Alzano Lombardo

programma: sviluppo di un percorso di ricerca per porre le basi per la comprensione, la conoscenza e lo sviluppo futuro del territorio del Comune di Alzano Lombardo.

stato: realizzato

 

Iniziando dall’osservazione della cartografia, dallo studio della bibliografia e dal sopralluogo diretto si è iniziato a conoscere e ad approfondire le tematiche peculiari del territorio di Alzano Lombardo.

Insediato all’inizio della valle Seriana si attesta lungo le rive del Serio sviluppandosi verso Ovest nelle valli del Nesa e del Luio, valli che disegnate dal sistema orografico e idrografico che insieme hanno da sempre scavato e caratterizzato questo luogo.

Il sistema idrografico ha favorito l’insediamento dell’uomo, infatti i confini del territorio del comune di Alzano Lombardo insistono su sei diversi borghi che solo dopo gli anni ’50 sono stati unificati in un unico comune, essi infatti erano Alzano Maggiore, Alzano Minore, Nese, Monte di Nese, Olera e le località di Busa e Brumano.

Il principale borgo fu Alzano Maggiore che, sin dall’età medievale, ebbe un importante ruolo nei commerci   tra Bergamo e l’alta valle Seriana e Brembana. Nei secoli successivi si svilupparono molto anche le coltivazioni di gelsi per l’allevamento dei bachi da seta. Questa fiorente economia si tradusse nella realizzazione di numerosi edifici di pregio, sia religiosi che civili, ma soprattutto la possibilità nei secoli successivi di investire per l’imprenditoria capitali per l’industrializzazione del territorio che ancora una volta prendeva la sua energia dal fiume Serio e dai numerosi corsi d’acqua.

Questo breve accenno alla storia di Alzano serve per delinearne lo sviluppo urbanistico e territoriale. Da molti borghi puntuali disposti sul territorio per la gestione del sistema agricolo governato dall’acqua (es. roggia del Serio Grande) lo sviluppo urbano si è indirizzato seguendo le principali vie di commerci.

Così si iniziato a edificare oltre le proprie mura come Alzano Maggiore e Alzano di Sopra o creando insediamenti lineari come quello dell’edificato storico di Nese che si sviluppa lungo una via di collegamento alla via Mercatorum, infine si sono abbandonati centri oramai isolati come Olera o Brumano.

L’avvento della rivoluzione industriale favorì ancor di più i due borghi, Alzano Maggiore e Minore che, sfruttando la presenza del Serio, la ferrovia e l’iniziativa di validi imprenditori ha prodotto una puntuale e incessante costruzione di edifici industriali dalle dimensioni anche maestose, lungo tutto il margine fluviale, ridisegnandone il paesaggio.

Nel Novecento la crescita demografica ed economica ha portato all’attuale saturazione di tutto il territorio arrivando alla parcellizzazione in piccole proprietà private di tutto il restante spazio libero. La costruzione della superstrada ha modificando ancora una volta il territorio decongestionando i centri abitati e permettendo una più rapida connessione ma spostando ancora una volta il baricentro principale dei commerci della città.

L’accumulo di tutte queste esperienze e la crescita urbana ha portato alla formazione di un complesso territorio che ad un occhio poco attento può sembrare caotico e disordinato, ma che attraverso una scomposizione per parti e una corretta analisi storica e urbanistica può essere riorganizzato senza perdere di vista i capisaldi e i valori di questo territorio ricco di storia e esperienze umane che sta alle Porte dei monti e della valle del Serio.

Questo percorso di ricerca non è ancora concluso, l’obbiettivo è che possa essere un elemento e un metodo di riferimento per la reale comprensione del territorio del comune di Alzano Lombardo e di partenza per qualsiasi tipo di pianificazione futura.

Layout1

Layout1

Layout1

Layout1

Layout1
servizi