Piazza Risorgimento

okam-dap-studio-concorrimi-risorgimento-bergamo-05

Concorso Piazza Risorgimento

Piazza Risorgimento, Bergamo, Italia

2016

progetto: OKAM Studio (M. Bonetti, L. Cerinza Pettreca, E. M. Munaretto, C. Rossi), DAP studio (E. Sacco, P. Danelli), M. Lameri

consulenti: S. Cozzolino, S. Ghilardi, L. Minola, M. Tiraboschi

cliente: Comune di Bergamo

programma: Concorso internazionale, con procedura aperta, per la riqualificazione di Piazza Risorgimento e via Broseta situata in Bergamo.

superficie: 4.500 m²

budget: 560.000 €

La piazza diventerà una stanza aperta al cielo in cui camminare liberamente muovendosi su un grande tappeto e aggirandosi tra isole morbide.
Le isole sono elementi pulsanti che racchiudono mondi da inventare e trasformare, spazi da attraversare, in cui incontrarsi e sperimentare. Attorno alle isole si può giocare, ci si può rincorrere ma non ci si può nascondere perché ogni isola è trasparente e può essere attraversata con lo sguardo.
La sagoma del tappeto è replicata in alto da una trama sottile di linee luminose che genera un soffitto immateriale.
Piazzale Risorgimento è oggi uno spazio di separazione, un grande campo che definisce nettamente una distanza tra gli edifici che si affacciano lungo i suoi margini.
Il progetto intende agire sulla natura di questo vuoto, trasformandolo da elemento di separazione a elemento di saldatura: viene rovesciato il rapporto figura-sfondo, lo spazio vuoto assume una identità forte che riesce a prevalere sul costruito che lo delimita. La nuova figura della piazza incide lo sfondo del costruito e attiva un dialogo tra parti di città troppo diverse per fronteggiarsi in modo diretto. La costruzione di questa nuova identità si fonda sulla densificazione del vuoto, intendendo il concetto di densità nelle sue diverse declinazioni: spaziale, percettiva e sociale.

Da un punto di vista spaziale l’idea è quella di dare forma ad una grande stanza aperta al cielo in cui alcuni elementi decisivi concorrono a creare un senso di unità: la continuità delle quote di livello, l’uniformità della pavimentazione, l’intreccio sottile del sistema di illuminazione che crea una sorta di soffitto immateriale nel perimetro della piazza, la successione di volumi leggeri che definiscono particolari ambiti per attività aperte al pubblico.

In particolare l’inserimento di questi volumi, isole morbide che scandiscono lo spazio e ne ridimensionano la scala, caratterizza in modo netto lo spazio della piazza. Questi volumi sono perimetralmente definiti da reti sottili e da alcuni elementi più forti, quali sedute e alberature.  La loro permeabilità crea un interessante dialogo tra continuità e articolazione ed è in questo dialogo che risiede l’essenza e la forza della proposta progettuale.

Da un punto di vista percettivo, infatti, le isole generano un arcipelago di presenze che rendono lo spazio della piazza stimolante moltiplicando i percorsi e i punti di vista. Tuttavia la loro trasparenza non interrompe percettivamente la continuità dello spazio e consente di averne sempre una visione di insieme. Il progetto, così strutturato, crea i presupposti per una densificazione sociale della piazza. Ogni recinto, infatti, racchiude spazi protetti ma aperti al pubblico destinati a diverse attività. Questa ricchezza di contenuti intensificherà le relazioni sociali e porterà vita urbana.

 

okam-dap-studio-concorrimi-risorgimento-bergamo-03

okam-dap-studio-concorrimi-risorgimento-bergamo-01

okam-dap-studio-concorrimi-risorgimento-bergamo-06

okam-dap-studio-concorrimi-risorgimento-bergamo-07

okam-dap-studio-concorrimi-risorgimento-bergamo-08okam-dap-studio-concorrimi-risorgimento-bergamo-09 okam-dap-studio-concorrimi-risorgimento-bergamo-10